Giapponese sì, ma non sushi...

Spesso accade che la tradizione culinaria di un Paese venga ridotta a pochi piatti simbolo: accade anche a noi con la pasta e pizza che la fanno da padrone, come se noi italiani "mangiaspaghetti" non conoscessimo altro, ma spesso noi lo facciamo col Giappone. Alzi la mano chi non pensa subito al sushi? 

Bene questa sera vi proponiamo un menù giapponese sì, ma senza sushi, ispirato ad alcune ricette di stampo più classico e legate alla tradizione nipponica, ovviamente suggeriremo anche dei ritocchi per adattare l'esotico al nostro gusto mediterraneo.

Buona esplorazione! 

Per queste ricette abbiamo preso ispirazione da un libro davvero eccezionale: 

e segnaliamo anche questi curati blog di cucina:

www.unagiapponeseincucina.com

http://www.giapponeinitalia.org

 

Buon divertimento!

 menu tipico giapponese

Abbinamento consigliato

Birra Giapponese 🍺  oppure Vermentino di Gallura  🍾per un abbinamento fusion.

 

Verdure Nimono

Come spesso accade nella cucina giapponese una tecnica di preparazione, un metodo di cottura, un singolo ingrediente o una salsa, finiscono per dare il nome ad una intera categoria di piatti. 

E' il caso del nimono, che significa "cose stufate dolcemente" e quindi indica il modo di preparazione che può essere applicato a varie verdure o carni, da mangiare come antipasto, come piatto centrale o di accompagnamento.

Qui proponiamo un antipasto di verdure miste cotte nel tipico brodo dashi.

Per 4 persone

 VERDURE:
  • 1 radice di daikon
  • 2 carote
  • 4 funghi porcini
  • una dozzina di fagioli piatti
  • 1 zucca piccola

INGREDIENTI per il brodo:
  • 2 litri di acqua
  • 40g di kombu
  • 60g di scaglie di katsuobushi
  • sake
  • salsa di soia

 verdure nimono

[una bellissima immagine da: unagiapponeseincucina.org]

PREPARAZIONE DEL BRODO DASHI:

Immergete l’alga kombu nell’acqua per almeno 30 minuti, quindi portate il liquido a sobbollore. Prima di arrivare ad ebollizione togliete l’alga, aggiungete le scaglie di tonno katsuobushi, quindi spegnete il fuoco e lasciate riposare finche’ le scaglie si depositano sul fondo. Il "brodo semplice di base" è pronto da filtrare e travasare.

 

PREPARAZIONE DEL NIMONO DI VERDURE: L'ideale è stufare lentamente tutte le verdure separatamente in diversi pentolini con una quantità di dashi sufficiente a farle sobbollire. Se non avete tempo o tanti fuochi potete optare per due strade: cuocere tutte le verdure insieme oppure utilizzare diversi contenitori e farli sobbollire a bagnomaria in un pentolone unico. Un altro trucchetto potrebbe essere quello di dividere i vari ingredienti in tazze con il dashi e poi cuocere il tutto in forno umido a 100°. 

Le verdure vanno pulite e scubettate in forme di circa 2-3cm per lato. E' importante che la cottura sia dolce. 

Una volta cotte (tenere e insaporite dal brodo) potete marinarle ulteriormente con del sake e della salsa di soia.

 

Se lo desideri puoi acquistare la salsa di soia Arnaboldi e il brodo miso da usare al posto del dashi.

Consiglio: Si tratta di una preparazione antica della campagna giapponese, dedicatele la stessa cura che dedichereste a fare del pane casereccio!

Pollo Teriyaki con riso e verdure 

🍜

 

Teriyaki è una salsa ridotta a base di soia, salsa mirin e succo di zenzero. A volte viene fatta anche con il sake e lo zucchero, ma una caratteristica fondamentale è che alla fine sia un composto "lucido" ("teri") da abbinare a un ingrediente di carne o di pesce incroccantato alla piastra ("yaki"). Un piatto teriyaki per essere completo deve essere accompagnato anche da riso bianco e verdure al vapore.

Per 4 persone


INGREDIENTI per la salsa teriyaki:
  • salsa di soia
  • salsa mirin
  • succo di zenzero
  • zucchero
  • sake
per il riso e le verdure:
  • 1 carota
  • 1 zucchina
  • 1 porro
  • 80gr di riso a testa

ALTRI INGREDIENTI:
  • 120 gr petto pollo a testa
  • olio di arachidi

 

pollo teriyaki

COME FARE LA SALSA TERIYAKI: 

In un pentolino mettete mezza tazza di salsa di soia, due cucchiai di salsa mirin, un cucchiaio di zucchero, un cucchiaio di sake e il succo spremuto di una radice di zenzero (aggiungete all'inizio un cucchiaino, poi potrete aggiungere per avere più piccantezza). 

Fate sobbollire il tutto e girate con una spatola fino a quando la salsa non sarà ridotta con una consistenza lucida e caramellosa.

 Nel frattempo lavate e scolate il riso, quindi mettetelo a bollire in un pentolino con una quantità sufficiente di acqua a coprirlo. Portate la cottura al dente quindi travasatelo in un contenitore. 

Mondate le verdure e tagliatele a listarelle di simili dimensioni, quindi cuocetele al vapore o in un forno a microonde a 750w per 4 minuti in un piatto coperto.

Ricavate delle fette dal petto di pollo, asciugatele bene con un panno, salatele leggermente e massaggiatele con poco olio di arachide e fate scaldare bene una piastra. Sigillate le fettine da entrambe i lati a fuoco alto e completate la cottura del pollo a fuoco basso, assicurandovi che il cuore sia cotto, ma mai asciutto.

Spennellate il pollo con la salsa teriyaki e servitelo accompagnato dal riso con le verdure.

Se volete velocizzare la preparazione potete usare un kit Teriyaki alla Giapponese Arnaboldi.

Il tuo tocco: Puoi arricchire la ricetta con cubetti di tofu fresco e un ingrediente a scelta a secondo della stagione, proprio come fanno in giappone, aggiungendo d’inverno funghi e e patate e d’estate ingredienti freschi come carote e pesce.

 

Dessert: "kanmi" mele e patate dolci al vapore

 Tradizionalmente i dolci sono destinati al consumo pomeridiano negli spuntini con il te: nei pranzi e nelle cene non erano previsti dato che la cucina orientale è già agrodolce in tutte le portate. Tuttavia della frutta cotta al vapore può essere servita a fine pasto come piacevole chiusura.

Per 4 persone


INGREDIENTI:
  • 300 gr di mele
  • 200 gr di patate dolci
  • 1 limone
  • uva passa
  • burro


PREPARAZIONE:

Ingredienti aggiuntivi per una tempura di verdure:

  • 2 zucchine
  • 2 carote
  • 4 gamberi
  • 12 funghi champignon

Tagliate le mele in quarti eliminando buccia e semi. Quindi immergetele in 500ml di acqua fredda con un cucchiaino di sale fino raso.

Tagiate a rondelle di 5mm circa le patate e il limone da cui avrete tolto i semi.

Sgocciolate l'uva passa e scaldate un cucchiaio di burro in un pentolino dove cuocere l'uva per un paio di minuti. 

Disponete mele, patate e limoni in una pirofila in stile millefoglie, cospargete col burro fuso e l'uva passa e coprite con carta alluminio. 

Cuocete disponendo la pirofila in un cestello per il vapore per 20 minuti, oppure se preferite sostituite la carta alluminio con carta forno e cuocete in microonde per 10 minuti a 750w o fino a completa cottura delle patate. 

Il tocco in più per le vostre serate: potete divertirvi a creare un’atmosfera particolare invitando i vostri ospiti a sedere a terra e apparecchiando su un tavolino basso come in Giappone.

tipica cena giapponese


Lascia un commento

I commenti dovranno essere approvati prima di essere pubblicati